Con cosa bere vino rosso secco

Con cosa bere vino rosso secco

Una bottiglia di vino da tavola non sarà mai superflua durante una cena in famiglia o una cena. È solo importante scegliere il tipo di vino e il suo marchio. Molti dei nostri compatrioti optano per vini semi-secchi ottenuti da uve scure. Sono meno acidi che secchi, ma non troppo dolci, hanno un sapore aspro, un bouquet ricco e un retrogusto lungo. Il loro ricco colore rosso sembra molto attraente e nobile. Tuttavia, diventando il proprietario di una bottiglia di alcol di alta qualità, voglio assaggiarlo davvero, e invariabilmente sorge spontanea la domanda sulla scelta di snack adatti. Sapendo cosa bere vino rosso semi-secco con, vi piacerà il suo uso, e gli ospiti apprezzeranno sicuramente la vostra cena.

Caratteristiche dei vini rossi semisecchi, le migliori marche

La categoria dei vini semi-secchi comprende bevande alcoliche con un tenore dal 9 al 13%, il cui contenuto in zucchero varia da 5 a 25 g per decimetro cubico. I vini rossi semi-asciutti sono ottenuti da uve rosse e nere, ma il loro colore non dipende solo dalle materie prime. Il lungo affinamento in botti di rovere aiuta a liberare la bevanda dai sedimenti, a rendere la sua tonalità più scura e nobile, il retrogusto è più lungo, il bouquet è ricco e poliedrico. I tannini contenuti nei semi d'uva danno una ruvidità al vino.

Si crede che i migliori vini rossi siano prodotti in Francia e in Italia, ma oggi sono fortemente influenzati da Georgia, Spagna, Cile e altri paesi. Quando scelgono un vino rosso semi-secco, i nostri compatrioti preferiscono spesso bevande georgiane o cilene, che sono convenienti, ma hanno un bouquet ricco, un gusto profondo e un retrogusto lungo. I marchi più popolari includono:

  • "Pirosmani" (Georgia). Il vino è ottenuto da uve "Saperavi". I sommelier catturano le note di ciliegia nel bouquet di questa bevanda, affermando che il gusto di questo vino ricorda in modo sorprendente il liquore alla ciliegia, anche se è più morbido e arrotondato. Il colore del vino - melograno;
  • "Barakoni" (Georgia). Il vino ha un colore granato con una sottile sfumatura viola. Nel suo bouquet distingue note di viola di montagna. Il gusto è ricco e vellutato, retrogusto intenso. La bevanda è composta da varietà di uva "Mugethetuli" e "Alexandrouli";
  • "Cabernet Sauvignon Merlot" (Cile). Prodotto con varietà di uve specificate nel nome, coltivate nella valle centrale del paese. Ha un colore rosso brillante, sapore morbido. Il bouquet è dominato da note di frutta;
  • Carmenere Frontera (Concha e Torah, Cile). Prodotto da due vitigni della Valle Centrale in Cile: "Carmenere" (85%), "Cabernet Sauvignon" (15%). Il colore del vino è viola, le note di spezie e prugne mature sono distinguibili nel bouquet. Il gusto della bevanda è morbido e rotondo, lascia un retrogusto stabile.

I vini rossi semi-asciutti appartengono al tavolo. Ciò significa che non sono ubriachi a parte il pranzo o la cena. Sono progettati per evidenziare il gusto del cibo. I piatti sono anche in grado di rivelare le migliori proprietà del vino o renderlo sapore e bouquet indistinti. Affinché l'unione di snack e alcol sia armonica, è necessario sapere come e con cosa è meglio bere vino rosso semi-secco.

Funzioni di utilizzo

Le regole per l'utilizzo del vino rosso semisecco sono abbastanza semplici e raramente violate, ma ricorda che i punti principali non saranno superflui.

  • Gli occhiali per vino rosso semi-secco scelgono più spesso una forma a tulipano su un gambo alto e sottile. Alcuni preferiscono berlo da bicchieri più ampi, che ricordano il brandy, ma anche sulla gamba. Il vetro deve essere trasparente, la decorazione extra non è gradita. Due terzi degli occhiali sono pieni di vino rosso.
  • Dai piatti potresti aver bisogno di un decanter - una nave trasparente, qualcosa come una brocca, ma con una base ancora più ampia e una cima stretta con un "beccuccio", comodo per versare bevande in contenitori con un collo stretto. Il vino rosso secco è versato in esso circa mezz'ora prima di servire al tavolo, quindi è tornato alla bottiglia. Lo scopo di questa procedura è di saturare la bevanda con ossigeno, per rimuovere elementi indesiderati (anidride solforosa, sedimenti).
  • Si consiglia a gran parte dei produttori di vini rossi semisecchi di raffreddare a 15-17 gradi, ma le varietà invecchiate possono essere servite raffreddate un po 'meno, quasi a temperatura ambiente. I vini rossi non vengono conservati in frigorifero, vengono rimossi per non più di 2 ore per raffreddarsi alla temperatura ottimale.
  • Il vino rosso semisecco è spesso bevuto puro, ma può essere diluito con acqua bollita pulita.

Il vino rosso non può essere bevuto senza uno spuntino per due motivi. In primo luogo, c'è molto tannino in loro, e se non fai uno spuntino con il tuo drink, ti ​​sveglierai con un mal di testa la mattina dopo. In secondo luogo, le regole del galateo richiedono che questo tipo di alcol sia servito come bevanda di accompagnamento, cioè a un tavolo apparecchiato con piatti.

Cosa mangiare vino rosso secco

È facile scegliere uno spuntino per il vino rosso semi-secco - si abbina bene con la maggior parte dei piatti. Tuttavia, ci sono prodotti con i quali si armonizza al meglio. Questo è:

  • carne magra, con una preferenza migliore per selvaggina, pollame, coniglio. È possibile presentare agli spuntini rossi semi-dry vino da lingua di manzo o vitello tenero. Patè di fegato, il foie gras funzionerà bene;
  • pesce grasso (tranne l'aringa), frutti di mare in salsa piccante;
  • formaggi stagionati, formaggi con muffe;
  • frutto carnoso e non troppo acido. Una buona scelta sarà mango, pesca, pera, melone.

Puff buns e torte, il gelato può essere offerto al vino rosso semi-secco, anche se non è un dessert.

Gli antipasti acidi non si adattano al vino semi-secco: verdure in salamoia e sottaceto, insalate con condimento all'aceto, agrumi.

Il vino rosso semi-secco è una buona scelta, è adatto per una cena in famiglia e una festa festiva. La cosa principale è scegliere una bevanda di qualità e raccogliere con successo piatti caldi e freddi.

Commenti (0)
Ricerca