Come conservare la pasta lievitata

Come conservare la pasta lievitata

Panini, torte, torte, cheescake, salatini ... La lista dei dolci di pasta lievitata è infinita.

Le hostess sanno quanto dura la preparazione della pasta lievitata e quanto è dispendiosa in termini di tempo.

Ma la cosa più difficile è conservare correttamente l'impasto rimasto dopo la cottura, poiché non è sempre possibile calcolare con precisione quanta pasta sarà necessaria per il ripieno già preparato.

L'impasto lievitato ha sempre richiesto un approccio individuale a se stesso, perché "vive" e "respira" grazie al lievito che lo rende lussureggiante e leggero, così come all'aria piuttosto calda che lo circonda. In una stanza fredda, l'impasto di lievito non si alza e si inacidisce.

Quindi, conoscendo questa caratteristica della pasta lievitata, puoi conservarla per un uso futuro: per un giorno, per due, per un mese ...

Come conservare la pasta lievitata nel frigorifero

Se l'impasto lievitato deve essere posticipato per un giorno, questo impasto viene conservato in frigorifero. Ma non basta solo metterlo sullo scaffale.

Conoscendo la sua peculiarità di crescere costantemente, è necessario fare attenzione che non sia acido nel frigorifero. Effettivamente, in esso, anche se posto in frigorifero, la fermentazione continuerà, solo al rallentatore. E se metti la pasta in frigo, raggiungerà il massimo sollevamento, poi inizi a cadere e ad acuirsi. È improbabile che tale impasto salga anche in un luogo caldo. Emanerà un forte odore di birra. È meglio non cuocere prodotti da tale pasta nel forno, perché la cottura risulterà pallida, pesante e gommosa. Questo impasto è adatto solo per le torte, che sono meglio friggere in una padella profonda.

In modo che l'impasto nel frigo non sia perekislo, prima di rimuoverlo lì, è necessario lavorarlo di nuovo bene, rimuovendo tutto il biossido di carbonio. Quindi mettere l'impasto in un sacchetto di plastica resistente, assicurarsi di lasciare uno spazio per il sollevamento circa due volte e legarlo bene. Se non c'è abbastanza spazio nella busta, allora l'impasto, alzandosi, spezzerà la borsa e striscia fuori.

La pasta di lievito può essere conservata in frigorifero per non più di un giorno. Ulteriore conservazione compromette significativamente il suo gusto e la sua qualità.

Per usare una tale pasta, devi tirarla fuori dal frigo, rimuoverla dal sacchetto, metterla su un tavolo pieno di farina e impastare bene.

Quindi mettete l'impasto in una ciotola, coprite con un asciugamano o un coperchio grosso con un piccolo foro e lasciandolo in un luogo caldo per salire.

I prodotti finiti fatti da tale pasta differiscono leggermente nel gusto dalla cottura del lotto originale, ma se consideriamo che ci sono molte ricette di pasta lievitata e ce ne sono molti diversi, nessuno noterà questa differenza.

Come conservare la pasta lievitata nel congelatore

Se la pasta lievitata non è prevista per essere utilizzata nel prossimo futuro, allora dovrebbe essere congelato.

Per fare ciò, dovrebbe essere collocato il più rapidamente possibile nel congelatore, evitando la sua perossidazione.

Pertanto, l'impasto di lievito deve essere impastato bene, rimuovendo tutto il biossido di carbonio da esso, piegato in una spessa busta di plastica, dandogli una forma piatta (per congelare rapidamente) e legatelo. Metti subito nel freezer, scegliendo il posto più freddo per questo.

La pasta di lievito può essere conservata congelata per un massimo di tre mesi senza perdere il suo gusto.

Per scongelare l'impasto lievitato, è necessario rimuoverlo dal congelatore e, senza toglierlo dal sacchetto, metterlo in una casseruola con il coperchio.

Quando l'impasto diventa morbido, ma sarà ancora freddo, deve essere rimosso dal sacchetto e impastato bene. Poi fanno lo stesso con qualsiasi impasto di lievito: mettilo in una ciotola, copri con un coperchio o un sacchetto di plastica (non stretto, perché l'impasto deve "respirare") e lascialo in un luogo caldo per salire.

Tale pasta lievitata viene utilizzata per fare panini, torte, torte.

I prodotti fatti da esso possono essere cotti nel forno, così come friggere in una padella in grasso profondo.

Commenti (0)
Articoli popolari
Ricerca